S.O.S. MENOPAUSA : RESISTERE AGLI ATTACCHI DI FAME

La menopausa, fase che comincia dopo almeno un anno dalla fine dell’ultimo ciclo mestruale e il climaterio, periodo in cui compaiono già i segni della menopausa anche se sono ancora presenti cicli mestruali irregolari, sono forse i periodi più delicati nella vita di una donna.

E’ questo il periodo in cui aumenta il pericolo di sviluppare alcune patologie:
– malattie cardiovascolari, poiché il calo dei livelli di estrogeni aumenta il rischio di disturbi al cuore e dei vasi;
– osteoporosi
– cambiamenti nei livelli di colesterolo,
– vampate di calore e conseguente disturbo del sonno,
– a volte anche incontinenza
– e grazie agli ormoni impazziti uno stimolo a mangiare male e più frequentemente con conseguente aumento di peso.

E’ proprio in questo periodo che l’alimentazione ha più che mai un ruolo fondamentale; infatti, è ormai dimostrato che persone aventi un’alimentazione sana ed equilibrata associata ad una salutare attività fisica non presentano per nulla o quasi i disturbi tipici della menopausa.

Questo significa che se non si è al peso forma ci si deve convincere che è molto importante impegnarsi per raggiungerlo!
Come deve essere, dunque, l’alimentazione?

Il concetto di base è che devono essere presenti carboidrati, proteine, grassi, vitamine e minerali.

I CARBOIDRATI tipo pane, pasta e riso non devono mancare, dando preferenza al tipo integrale che avendo un maggiore contenuto di fibre risulta utile per mantenere regolari le funzioni intestinali; i carboidrati da ridurre sono invece gli zuccheri semplici e cioè il comune zucchero bianco che si trova anche in torte, pasticcini, merendine e anche con la frutta non bisogna esagerare: tre frutti al giorno sono sufficienti.
Non devono mancare le PROTEINE ed in questa fase sarebbe utile alternare più frequentemente quelle derivate dai cibi animali a quelle vegetali, soprattutto i legumi (lenticchie, piselli, fagioli, ceci, etc).
Per quanto riguarda i GRASSI, mentre si devono ridurre i formaggi grassi, la panna, gli insaccati, non bisogna farsi mancare l’olio di oliva ed i pesci tipo salmone, sgombro, tonno (almeno una volta alla settimana) che contenendo Omega 3 sono indispensabili all’organismo.
La VERDURA, cruda o cotta non deve mai mancare ed essendo ricca, come la frutta, di vitamine e sali minerali contribuisce a combattere sintomi della menopausa come lo stress, la stanchezza e l’emicrania.

Inoltre, non dimentichiamoci che quando viene la voglia di DOLCE dopo cena (particolarmente frequente in questo periodo) qualche carota cruda da sgranocchiare (verdura dolciastra) può sempre essere di aiuto; non sarà un pezzo di cioccolato, ma non la si ritroverà sulla bilancia il giorno dopo!

Dott.ssa Tonani – nutrizionista

Ricerca

Inserisci i termi da ricercare per eseguire la ricerca!