Tecar Terapia

Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo

Diatermia, calore endogeno prodotto con correnti sinusoidali di frequenza elevata

Modalità capacitiva

Tessuti caratterizzati da una bassa resistenza alla corrente:

  • tessuto cutaneo
  • tessuto connettivo
  • sistema circolatorio
  • sistema linfatico

La tecarterapia serve ad eliminare il dolore percepito dal paziente sin dalle prime sedute.
L’impiego della tecar è molto utile nelle terapie riabilitative per il recupero di distorsioni, lesioni tendinee, tendiniti, borsiti, esiti di traumi ossei e legamentosi, distrazioni osteoarticolari acute e recidivanti, artralgie croniche di varia eziologia, nelle patologie muscolo scheletriche come contratture, stiramenti e strappi muscolari, miositi, patologie a carico delle capsule articolari, processi artrosici, lombalgie e sciatalgie, come indubbia è la sua utilità nei programmi riabilitativi post chirurgici, in particolare dopo interventi di artroprotesi(viene quindi utilizzata anche in presenza di protesi).
La Tecarterapia è particolarmente indicata per patologie riguardanti ginocchio, spalla, anca, caviglia, mani, colonna vertebrale, patologie dolorose infiammatorie osteoarticolari e muscolari, quali artrosi, lombalgie e sciatalgie, integrando l’intervento terapeutico nelle patologie osteoarticolari e muscolari cute e croniche.

 

< Torna alla pagina Fisioterapia e riabilitazione

Ricerca

Inserisci i termi da ricercare per eseguire la ricerca!